Il progetto 

Questo progetto nasce dalla voglia di ripagare il basket per tutto quello che mi ha dato e che sta continuando a darmi. Vorrei che le ragazze del camp vivessero tre giorni intensi, come se fossero delle professioniste. Creeremo una situazione ideale per il corpo e per la mente, in grado di aiutare le ragazze a esprimere le loro potenzialità al massimo, sia in partita che in allenamento. La condivisione delle sensazioni fuori e dentro al campo è il focus del camp: ogni ragazza avrà a disposizione uno staff di professionisti che lavorerà al suo fianco. Saranno tre giorni intensi e di condivisone, perché il basket è sì, allenamento e dedizione, ma anche emozione, passione e desiderio.

Da qui l’esigenza di includere nel camp delle riunioni e degli approfondimenti, in cui si parlerà di: nutrizione e sport, mirata al benessere psicofisico e al miglioramento della prestazione sportiva; conoscere e ascoltare il proprio corpo, in relazione alla prevenzione infortuni; le difficoltà che può affrontare una giocatrice durante l'anno cestistico e le possibilità future per chi punta alla carriera da professionista.

Le atlete saranno suddivise in due gruppi e ogni gruppo sarà formato massimo da otto ragazze, questo per garantire la sicurezza e quindi rispettare le norme stabilite dal protocollo FIP, ma anche per garantire a ogni ragazza la massima attenzione da parte degli istruttori.